+39 085 4151372

Balli Caraibici

Insegnante: Marco De Finis

Il Corso vuole approfondire la conoscenza delle risorse espressive del corpo in un contesto di plasticità e movimenti propri dell’area caraibica. Si basa sul pressupposto di riuscire a descrivere nel minimo dettaglio ogni movimento del corpo e in particolare del bacino, elemento fondamentale che risulta particolarmente difficile soprattutto al personale maschile.

La SALSA è una musica nata alla fine dell’ 800, primi 900. Riunisce una varietà di ritmi musicali Caraibici come: Rumba, Son montuno, Conga, Guaracha, Mambo, Chachacha ed altre. La sua miscela musicale è dovuta al contributo di diversi popoli, particolarmente quello Africano e quello Europeo, che trovarono terra fertile nel Caribe. Gli Africani ebbero un ruolo fondamentale nello sviluppo musicale del nuovo mondo.

Nel periodo coloniale, il porto dell’ Habana divenne uno degli attracchi più importanti del ‘nuovo mondo’.. Vi approdarono navi provenienti da diversi paesi europei.. Così, formandosi nelle isole colonie Francesi ed Inglesi, Cuba fu popolata da genti e culture differenti.

In quei tempi nelle colline, nelle campagne e nelle piantagioni di canna da zucchero, nasceva il SON, un canto popolare. Da lì vi furono molte varianti tra le quali il SON MONTUNO, che diede le radici alla base ritmica della Salsa.

Un altro ritmo che ha lasciato le sue tracce nella Salsa, è la Rumba, ritmo cubano originariamente interpretato dai negri d’ Africa, sinonimo di festa, di divertimento e di danze. Come la Rumba, anche la Conga e la Guaracha contribuirono alla nascita della Salsa. Cuba ebbe un ruolo fondamentale nell’ evoluzione della musica, del ballo e del costume latino-americano. Da lei sono nate quelle espressioni musicali che, fondendosi con altre del Caribe, contribuirono a dare vita alla ‘magia della salsa’, musica che innamora, conquista,seduce, fa sognare e contagia.

Nessuno nega l’ origine cubana della Salsa, musica che il popolo ereditò dai negri d’ Africa. Ma la Salsa fu in realtà la musica prodotta nei ghetti di New York abitati soprattutto da Portoricani. Era una musica nata in quei luoghi dove si viveva in povertà infinita e dove solo la musica poteva mantenere unita la loro comunità. Chiamata Son dai Cubani, Bomba dai Portoricani, finì poi con assumere il nome di Salsa.. Moltissimi sono infatti i musicisti Portoricani che hanno dato vita alla Salsa.. Infatti si dice che: ‘La Salsa è nata nel barrio latino di N.Y., da madre cubana e da padre portoricano’.

Dopo la rivoluzione cubana, N.Y. divenne il punto di riferimento di tutti quei musicisti latini che volevano trovare successo.. La Grande Mela con tutti i suoi locali, teatri e le industrie discografiche, rappresentava una meta per lo sviluppo della musica latino-americana. Tra i più importanti responsabili di questo rinnovamento musicale sono da citare: Willie Colòn, Eddie Palmieri, Ray Barreto e Larry Harlow. New York era l’ unica città in grado di ampliare e sperimentare la nuova onda sonora. Però bisognava dare un nome a questa fusione di ritmi, per diffonderla nel mondo..Salsa era tutta quella musica suonata con energia, calore e passione ed il termine ‘SALSA’, non fu altro che una trovata commerciale, pubblicitaria. Ma tra gli anni ’70 / ’80, la Salsa ritornò ad essere patrimonio dell’ intero continente latino-americano. Adesso sta diffondendosi sempre più in tutto il mondo.

La Salsa come ballo viene elaborata secondo la sensibilità del popolo che la esprime. E’ una danza molto sensuale, fatta di seduzione e che si balla in coppia. Lo stile venezuelano come il colombiano, è più semplice e non richiede particolare studio pur essendo molto elegante e seduttivo. E’ caratterizzato dal marcare il tempo sul posto tenendosi teneramente abbracciati e muovendo in modo molto sensuale il bacino.

Invece lo stile Cubano è più complesso caratterizzato dall’ esecuzione di ‘figure’ e comunque anch’ esso molto sensuale Richiede studio e pratica e comunque è decisamente lo stile di salsa più coinvolgente ed è quello che infatti si vede ballare di più nei locali e nelle scuole. Questi balli latino-americani hanno avuto il grande merito di creare un modo diverso di ‘vivere la discoteca’, di ballare in coppia e di socializzare.

Il MERENGUE nacque nella Repubblica Domenicana nel XVl secolo, grazie agli schiavi importati dall’ Africa per coltivare lo zucchero. E’ l’ espressione autentica del folcrore Dominicano. Questa musica permette all’ isola di affrontare la vita con allegria nonostante la dilagante povertà Il Merengue non dà tregua, è ovunque. Nelle strade e nelle discoteche, di giorno e di notte, coinvolgendo tutti. E’ un ritmo trascinante e di grande sapore popolare. Si balla in coppia ed è espressione di grande sensualità, passione ed erotismo. Il Merengue è un arma di seduzione con il quale l’ uomo corteggia la donna. Si basa molto sull’ improvvisazione ed è facile da imparare.

La BACHATA è una danza popolare nata a Santo Domingo e divulgatasi poi anche in altre comunità del centroamerica ed anche a New York ed in Europa. La Bachata è lenta e romantica, si balla molto stretti senza esecuzione di strani giri. Anche questa è una danza nata per corteggiare la donna ballando teneramente con l’ esecuzione di semplicissimi passi.

© 2013 Fusion Dance & Fitness s.s.d. a r.l. P.I./C.F. 02037860687 - Via Di Sotto 8 - 65125 Pescara PE - Italy - fusionpalestra@gmail.com - +39 085 4151372